Cassetto Fiscale dell’Agenzia delle Entrate: Cos’è e a Cosa Serve, come Accedere e come Delegare l’Accesso

Il cassetto fiscale è uno strumento informatico dell’Agenzia delle entrate, dove sono raccolte tutte le informazioni fiscali di un contribuente. Ideato per agevolare i rapporti tra utenti e Agenzia, è un servizio trasparente e semplice da usare, che consente all’utente di visionare la propria posizione fiscale direttamente da casa. Aggiornato costantemente dall’Agenzia, con tutte le dichiarazioni e comunicazione inviate al contribuente, è particolarmente utile in caso di accertamenti fiscali. Il cassetto fiscale è attivo tutti i giorni, compresi i festivi e in qualsiasi ora. Escluso dalle 5 alle 6 del mattino, quando il sito è soggetto a manutenzione.

A cosa serve

Il cassetto fiscale è un servizio interattivo, attraverso il quale il singolo utente può consultare online, oltre alla propria anagrafica, i dati relativi alle dichiarazioni fiscali, ai rimborsi, ai condoni e concordati, ai versamenti eseguiti tramite Modello F24 e F23 e a quelli patrimoniali. Inoltre, può accedere a informazioni riguardanti gli studi di settore e allo stato di iscrizione al Vies, il sistema di scambio dati per le partite IVA europee.

Come accedere al cassetto fiscale

La registrazione è un elemento fondamentale per usufruire del servizio. Per effettuarla è necessario collegarsi al sito dell’Agenzia delle Entrate, andare nell’Area riservata ai servizi fiscali con registrazione, selezionare Cassetto fiscale, quindi cliccare su “Registrazione” e poi nella schermata successiva su “Registrazione a Fisconline”. Inserire i dati richiesti, per ottenere il pin. Quest’ultimo viene fornito in due soluzioni. La prima parte viene inviata subito all’indirizzo mail indicato durante la registrazione, la seconda, insieme alla password, viene spedita a casa attraverso la posta tradizionale, nel giro di pochi giorni. Ottenuto il codice, basta inserirlo negli appositi spazi, insieme al codice fiscale e la password ed avere accesso al cassetto fiscale, consultarlo e gestire gli adempimenti fiscali in modo autonomo. Per quanto riguarda la password può essere subito cambiata in modo da personalizzarla. Coloro che sono in possesso di credenziali SPID, Sistema Pubblico di Identità Digitale possono utilizzarle anche per il cassetto fiscale, così come per tutte gli altri servizi online della Pubblica Amministrazione.

Cassetto Fiscale

Cassetto Fiscale

Delega a intermediari per utilizzo del cassetto fiscale

L’utente può anche delegare l’accesso al cassetto fiscale a uno o massimo due intermediari. Tale possibilità è diretta ad agevolare l’uso da parte del commercialista, il cui intervento in alcuni adempimenti e pratiche è utile al contribuente. La delega può avvenire in tre diversi modalità. Direttamente online, utilizzando l’apposita funzionalità presente nella propria area riservata. In alternativa, attraverso la consegna della delega e del documento di identità in formato pdf alla persona scelta come intermediario, che effettuerà la registrazione. L’utente una volta che riceverà la seconda parte del pin, la consegnerà all’incaricato che potrà così avere libero accesso al servizio. Infine, la terza modalità è quella di presentare la delega personalmente presso un ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate. Il quale provvederà ad attivarla e permetterà all’intermediario di operare nel cassetto fiscale dell’utente. in quest’ultimo caso, la persona che non vuole andare personalmente all’ufficio può inviare un incaricato che lo rappresenti.

Per quanto riguarda la revoca della delega possono essere effettuate con le stesse tre modalità con cui vengono attivate. Gli intermediari autorizzati all’uso del servizio Entratel, per consultare i dati relativi al contribuente delegante devono sottoscrivere uno specifico regolamento, che disciplina le modalità di utilizzo dei servizi del cassetto fiscale, attraverso le apposite funzionalità previsto dal sito.


Leave a Reply