Piano di Accumulo Capitale: Cos’è, Come Funziona e quali sono i Migliori

Il risparmio è un concetto, atavico nelle economie domestiche o di un azienda. Non viene inteso solo con il termine di ridurre le spese, ma anche di permettere la creazione di un accumulo di danaro. Una volta le famiglie o le aziende, tendevano a conservare i soldi in maniera autonoma, senza permettere a quel risparmio di crescere grazie ai vantaggi previsti dal sistema finanziario. L’evoluzione del mercato, e la creazione di prodotti sempre più sviluppati e settoriali, è andata anche a rispondere all’esigenza di sicurezza e di tutela collegata al concetto del risparmio. Nel mercato moderno sono ormai diffusi e verificati i fondi di accumulo di capitale, fondamentali per permettere a un singolo individuo, o una piccola media e grande azienda, di accantonare delle somme nel tempo in modo da creare una riserva economica da utilizzare in futuro.

Il piano di accumulo

Il piano di accumulo, o anche chiamato PAC, ovvero piano di accumulo di capitale, è un programma, offerto da istituti di credito o società specializzate negli investimenti, nel quale si stabilisce di investire un determinato capitale con un versamento costante e regolare, utilizzando degli strumenti finanziari adatti ad un accumulo economico. Quindi con un piano di accumulo, vengono sottoscritti, uno o più strumenti finanziari con dei versamenti che avvengono, mensilmente o secondo modalità stabilite, per un periodo di tempo determinato. Gli strumenti che possono essere utilizzati a questo fine sono vari, tra questi: fondi di investimento, ETF , fondi azionari, fondi obbligazionari, hedge found, index found, fondo fi fondi, fondo pensione.

Le caratteristiche di un PAC

Nel mercato odierni vi sono moltissime offerte, da quelle più convenienti e sicure a quelle con un rischio maggiore. Tutte però hanno delle caratteristiche simili:

  • accumulo di una somma di denaro nel tempo: il fine infatti del piano di accumulo è quello di garantire nel tempo che si venga a creare un portafoglio economico da poter utilizzare;
  • rate periodiche: possono essere , mensili, bimestrali, semestrali o annuali. Si stabilisce all’inizio di un piano quelli che devono essere i versamenti da effettuare;
  • tempo minimo di durata del PAC: il tempo prestabilito va dai 5 ai 40 anni, per la creazione del piano. Vi sono però anche piani a più breve durata;
  • importo minimo delle singole rate: nel momento in cui viene sottoscritto un piano di accumulo, si determina anche la rata minima che dovrà essere versata.

Vantaggi e Svantaggi

I piani di accumulo, sono uno strumento finanziario molto utile al fine di accumulare un capitale nel tempo, da poter poi utilizzare in futuro. Infatti i soldi del piano vengono utilizzati dall’istituto di credito o dalla società specializzata per essere investiti su uno o più strumenti finanziari che determinano un incremento costante del denaro versato. Se quindi per esempio sottoscriviamo un piano di accumulo con un versamento di 50€ al mese, per 10 anni, verseremo 600€ all’anno, per un totale di 6000€ in dieci anni. Immaginiamo che utilizziamo un fondo pensione, come strumento finanziario, che garantisce un incremento del 4% all’anno. Quindi ogni anno, si aggiungerà al piano di accumulo la percentuale del fondo con l’aumento del guadagno nell’anno successivo.

Altro vantaggio è la possibilità di partecipare a uno strumento finanziario a poco prezzo, nel senso che si può effettuare un versamento minimo stabilito al momento della sottoscrizione del piano di accumulo. Gli interessi in un piano di accumulo sono costanti, ovviamente in base alla tipologia sottoscritta. Vi è infine una garanzia grazie a sistemi di assicurazione del capitale previsti da tutti gli istituti e un contenimento dei rischi, che eliminano le problematiche del mercato finanziario moderno.

Piano di Accumulo

Piano di Accumulo

Sono presenti ovviamente anche degli svantaggi:

  • Gli interessi sono bassi. Il rischio contenuto determina però un interesse economico nel tempo basso.
  • I tempi di sottoscrizione dei piani di accumulo vanno dai cinque anni in su. I piani di accumulo inferiori non determinano la maturazione di interessi utili.

Quali sono i migliori piani di accumulo

Sul mercato sono presenti differenti piani di accumulo forniti o direttamente da istituto di credito o da società specializzate in tali attività. Di seguito ne elenchiamo alcuni dei migliori:

  • Poste vita: è un piano di accumulo previsto in due modalità per minori e per gli adulti. Con un versamento minimo mensile di 50€ e una durata minima dai dieci ai venti anni.
  • Moneyfarm: fondo di investimento che si basa sulla società di investimento MFM Investment ltd, prevede la possibilità di un versamento minimo di 100€ per un minimo di 5 anni. La sottoscrizione è semplice grazie a una piattaforma on-line semplice e intuitiva.
  • Nef Investment: piano di accumulo basato su un fondo di investimento offerto dalla NEAM, di origine Lussemburghese e collegato al Credito Cooperativo Trentino e Veneto.
  • Genertel: piano di accumulo che prevede un interesse annuo del 2,05%, con un versamento mensile di 100€ o annuale di 1.200€. La durata va dai 10 ai 20 anni. E’ possibile in ogni momento ritirare il capitale.
  • BNL: piano di accumulo chiamato PAC, sia azionario che obbligazionario, con la possibilità di stabilire la rata di versamento minimo mensile.
  • UBS: fornisce consulenza e differenti piani di accumulo.
  • Arca: piano di accumulo garantito dalle banche popolari italiane, prevede la possibilità di versamenti mensili da stabilire, con un minimo di 50€ e per un periodo minimo di 24 mesi. Garantisce il ritiro del capitale in ogni momento.
  • Eurizon: piano di accumulo fornito da Intesa San Paolo. Prevede una rata minima di cinquanta euro mensili, per una durata minima di 36 mesi.
  • Pioneer Investment: collegato alla società numero uno in Francia, Amundi asset Managment, offre un piano di accumulo con un versamento minimo di cinquanta euro al mese per un periodo di tempo che può essere concordato al momento della sottoscrizione.
  • Unicredit: Piano offerto da questo istituto di credito con un minimo di versamento di 50€ e um massimo di 200€.

Articoli Collegati

Come Vivere di Rendita e Smettere di Lavorare: Strategie e Consigli Ad oggi sono sempre più numerose le persone che, a causa della crisi o per comodità, ogni giorno cercano sul web un modo efficace per poter guadagnare...
Come Comprare Litecoin: Guida all’acquisto in Modo Sicuro I Litecoin sono una criptovaluta degna competitor dei Bitcoin che, col passare degli anni ed anche attualmente, sta dando parecchio filo da torcere ai...
ETF Borsa Italiana: Cosa Sono, Come Investire, Tipologie e Come Scegliere ETF è l'acronimo di Exchange Traded Fund - fondo scambiato in borsa. Si tratta di uno strumento finanziario di investimento relativamente nuovo e che ...

Leave a Reply

banner