Bonus Casa per il Prato Verde del 36%: Cos’è, Come Funziona e Accedervi

Novità in arrivo per chi ama il verde è ha uno spazio accessorio al proprio immobile da rinnovare, ad esempio con nuove piante o altri lavori agricoli da eseguire: è arrivato il bonus casa per il prato verde che consente di portare in detrazione le spese necessarie per abbellire le aree esterne.

Il bonus verde è previsto dalla legge di bilancio per il 2018 ed è la prima volta che viene inserito, per questa misura lo Stato ha riservato ben 60 milioni di euro. È entrato in vigore il primo gennaio del 2018 e a differenza di altri bonus, come quello per i mobili, non è connesso alla ristrutturazione dell’immobile che deve beneficiarne, quindi tutti possono richiederlo.

Deve però essere sottolineato che non si applica ad immobili ad uso diverso rispetto all’abitazione, cioè non può essere richiesto per uffici, negozi, attività commerciali in genere. L’obiettivo è quello di aumentare gli spazi verdi anche in città, in modo da contribuire a migliorare la qualità dell’aria e la vivibilità degli spazi urbani. Ciò aiutando chi, pur avendo degli spazi verdi, per evitare ulteriori spese, non li cura. Puoi usufruire del bonus sia nel caso in cui tu abbia una casa indipendente con spazio verde, sia nel caso in cui tu abbia un appartamento in condominio.

Spese detraibili

Puoi beneficiare della detrazione per il bonus verde per giardini, terrazzi, balconi, ma anche per realizzare coperture a verde e giardini pensili. Le spese da portare a detrazione sono numerose, infatti, sono comprese le spese di progettazione e manutenzione delle aree verdi, spese per realizzare il sistema di irrigazione, comprare piante, vasi, fiori, ma anche spese per la fertilizzazione dei terreni, potature, recupero del verde storico, riqualificazione prati, spese di sostituzione siepi.

Di conseguenza tutto ciò che è necessario per abbellire lo spazio verde può essere portato in detrazione, l’importante è che tutte le spese siano dimostrate attraverso il bonifico parlante, proprio come avviene per il bonus ristrutturazione o mobili ed elettrodomestici. È necessario inoltre conservare ricevute dei bonifici, le fatture rilasciate e gli scontrini con codice fiscale.

Bonus Verde

Bonus Verde

La detrazione per il bonus verde

La detrazione prevista per il bonus verde ammonta al 36% delle spese sostenute per abbellire gli spazi verdi, per un importo massimo di spese di 5000 euro. Questo vuol dire che si possono ottenere 1800 euro che saranno detratti dalle imposte IRPEF nell’arco massimo di 10 anni. Se si spende di più sarà comunque possibile avere la detrazione per la quota di 5000 euro.

Nel caso in cui si sia proprietari di una seconda casa sarà possibile ottenere la detrazione per entrambe gli immobili, in questo caso la spesa totale sulla quale è possibile avere la detrazione è di 10.000 euro, quindi 5000 per ogni abitazione. Se le spese riguardano il condominio, gli spazi verdi comuni beneficiano della detrazione in modo cumulativo e quindi 5000 euro di spesa massima per ogni unità abitativa. Se il singolo appartamento del condominio ha dei terrazzi o balconi è possibile usufruire anche dei vantaggi fiscali per aumentare gli spazi verdi del singolo terrazzo/balcone. I benefici fiscali visti non si trasmettono agli eredi.

Articoli Collegati

Codice Tributo 3958: cos’è e come usarlo nella compilazione dell’... L’Agenzia delle Entrate per il pagamento delle imposte si avvale di un sistema di codici tributo. Per codice tributo si intende una serie di cifre uni...
Bollo Auto Storiche: Quando e Quanto si paga, Come, e Quando invece si è Ese... Dal 2015 le disposizioni riguardanti il pagamento del bollo delle auto storiche sono cambiate, in peggio per il cittadino. Fino al 2015 gli autoveicol...
Tassa sulla Spesa: da gennaio si pagano anche i Sacchetti di Frutta e Verdur... Dal primo gennaio 2018 i consumatori dovranno fare i conti con l’introduzione di una nuova tassa sulla spesa. Da quella data, infatti, si pagheranno a...

Leave a Reply

banner